La solitudine accompagnata nella coppia

solitudine accompagnata

Sicuramente hai sentito più di una volta la frase: "È meglio essere soli che in cattiva compagnia". Sfortunatamente, ci sono molte persone che preferiscono essere in una relazione tossica, per evitare di essere sole nella vita. La ben nota solitudine accompagnata è più comune di quanto molti possano pensare all'inizio.

Non succede nulla per non avere un partner poiché è molto meglio essere soli che essere in una relazione malsana, che non ha futuro e che è destinato a fallire.

L'essere single è un'opzione di vita totalmente valida

Come succede quando si ha un partner, essere single è un'opzione di vita molto valida. Non è consigliabile avere una relazione con un'altra persona in cui l'amore è evidente per la sua assenza e la tossicità è alla luce del giorno. Molte delle coppie di oggi falliscono perché non c'è vero amore per le parti e la relazione si forma a causa di una significativa dipendenza emotiva e del desiderio di non essere soli nella vita.

Il grande vuoto della solitudine accompagnato

La solitudine accompagnata provoca un grande vuoto nella persona che la subisce. Puoi avere la coppia vicina dal punto di vista fisico ma a livello emotivo il vuoto è abbastanza importante. Ci sono una serie di elementi o fatti che possono indicare che una persona soffre di solitudine accompagnata all'interno della coppia:

  • La coppia non lo ascolta, che è abbastanza doloroso a livello emotivo.
  • C'è un disinteresse assoluto per possibili obiettivi o sogni da svolgere reciprocamente dalla coppia.
  • La parte lesa è sempre colpevole di tutto e non c'è comunicazione quando si tratta di risolvere i diversi problemi che sorgono all'interno della coppia.

Questi segni indicano che la coppia non è quella desiderabile e che la suddetta solitudine accompagnata si è stabilita in loro. Non vale la pena soffrire solo per avere un partner ed è molto più preferibile essere soli. Avere una relazione deve essere una questione di due e deve essere un coinvolgimento totale da parte di entrambe le persone.

solitudine coppia

Il danno emotivo della solitudine accompagnata

Una relazione tossica non fa bene a nessuno e può causare gravi danni emotivi alla persona che lo subisce. Avere un partner e sentirsi soli è qualcosa che non dovrebbe essere permesso poiché le ferite emotive di una situazione del genere sono piuttosto importanti. Detto questo, è meglio porre fine a questa relazione il prima possibile e cercare di ricostruire la vita, da soli o con un'altra persona che renda sana la coppia.

Insomma, non è necessario avere un partner o stare con una persona per il semplice fatto di fuggire la solitudine. Ci sono volte in cui, nonostante abbia una certa relazione, la persona è ancora sola. Questo è ciò che è noto come solitudine accompagnata e in questa relazione non c'è niente di amore o affetto, qualcosa che è necessario per il funzionamento di una coppia.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.