Trucchi per sbiancare le fughe delle piastrelle

sbiancare le articolazioni

Pulire la cucina o i bagni senza sbiancare le fughe delle piastrelle è quasi come lavorare sodo senza alcun compenso in seguito. Perché la realtà è che a prima vista, se le fughe non sono bianche sembra che le piastrelle siano sporche. Per risolverlo non devi fare grandi lavori, o considerare di cambiare le piastrelle per il piacere di vedere tutto nuovo e lucente.

Devi solo usare i prodotti giusti e seguire alcuni suggerimenti come quelli qui sotto. E con un piccolo sforzo puoi lasciare quelle giunture perfettamente bianche. Che, pur sapendo che non è essenziale, regala un po' di tranquillità in quell'ambiente importante quanto la casa stessa.

Come sbiancare le fughe delle piastrelle

In commercio esistono molti prodotti specifici per questo scopo e se avete bisogno di sbiancare fughe molto nere, con muffa o uno spazio che non ha ricevuto molta attenzione, è meglio utilizzarne uno. Ora, se lo sporco sulle fughe delle piastrelle è normale dovuto all'uso, all'umidità nei bagni, al grasso che si accumula in cucina, ecc. il migliore è l'ammoniaca e l'acqua.

Prima di iniziare dovresti proteggerti perché l'ammoniaca è molto forte. Indossa una maschera per non inalare i fumi. e indossa dei guanti di gomma per non rovinarti le unghie e le mani. Per il composto vi servirà una bacinella con acqua calda e una spruzzata di ammoniaca. Se ti stai chiedendo come calcolare le misure, sarebbe più o meno una di ammoniaca ogni 10 di acqua.

Utilizzare una spazzola lunga con setole semidure per rimuovere quanto più sporco possibile. Con questo strumento puoi pulire le fughe delle piastrelle contemporaneamente alla superficie stessa. Funziona bene nelle zone più sporche o dove sono presenti muffe per rimuovere spore e batteri nocivi. Quindi passare un panno inumidito con acqua calda per rimuovere lo sporco. Se vuoi rimuovere le gocce d'acqua, puoi pulirle con un panno pulito e asciutto e saranno lucide oltre che pulite.

Altri trucchi

L'ammoniaca è infallibile, ma non è l'unico prodotto che puoi usare per pulire le fughe delle piastrelle. A casa puoi trovare altre soluzioni come la seguente.

  • con candeggina: Il miglior disinfettante, anche se alquanto pericoloso per la salute. Con la candeggina puoi sbiancare le fughe delle piastrelle e disinfettarle completamente. Per accedere bene a quegli angoli difficili puoi usare uno spruzzatore in cui dovrai farlo mescolare l'acqua (sempre fredda) con una parte di candeggina.
  • dentifricio: Il tradizionale dentifricio è anche un potente detergente per le fughe delle piastrelle. Sì, usa uno progettato per sbiancare i denti, poiché contengono bicarbonato, che è il prodotto che sbianca le articolazioni. In questo caso, ti consigliamo di utilizzare un vecchio spazzolino da denti con il quale puoi strofinare bene nelle zone che vuoi sbiancare. Qualcosa di più laborioso, ma ugualmente efficace.
  • Aceto bianco e bicarbonato di sodio: Il miglior detergente e disinfettante che puoi usare per ogni angolo della tua casa. Non ci stanchiamo di dirlo ed è quello pulizia con aceto Insieme al bicarbonato, costituiscono la migliore attrezzatura per la disinfezione sul mercato. Economico, facile da trovare, ecologico e, soprattutto, super pratico. Preparare un contenitore con diffusore con acqua calda, aceto bianco e bicarbonato. Spruzzare sulle articolazioni e strofinare con un vecchio spazzolino da denti. Questo rimedio è particolarmente utile per le articolazioni molto annerite e che presentano tracce di muffa.

Con uno qualsiasi di questi accorgimenti puoi sbiancare le fughe delle piastrelle e lasciarle perfettamente pulite e disinfettate. Per evitare un eccessivo accumulo di sporco e dover dedicare troppo tempo alla pulizia, è preferibile fare una revisione ogni tantoQuesto eviterà che si accumuli. Nonostante si puliscano regolarmente le piastrelle, nelle fughe vengono utilizzati materiali porosi in cui è facile che le muffe proliferino a causa dell'umidità. Con un po' di cura, puoi mantenerli puliti e perfetti a lungo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)