Notizie letterarie che ti portano in un'altra epoca

Notizie letterarie: La chiave misteriosa e cosa ha aperto

Questo mese viaggiamo attraverso queste quattro novità letterarie in un'altra epoca. Lo facciamo attraverso Autori del XIX e XX secolo come Louisa May Alcott, Anne Brontë o Flora Thompson, e Anne Hébert e le sue protagoniste femminili. Pronto a goderti le tue storie?

La chiave misteriosa e cosa ha aperto

Autrice: Louisa May Alcott
Tradotto da: Micaela Vázquez Lachaga
Editore: Funambulista

L'amore sembra regnare nel dimora dei nobili Richard e Alice Trevlyn, situata nella bucolica campagna inglese; Tuttavia, la visita prematura di uno sconosciuto e le poche parole scambiate tra lui e suo marito, che Alice ascolta in segreto, sono l'inizio di una tragedia inspiegabile che cambierà per sempre la tranquillità della famiglia Trevlyn. Quali brutte notizie ha portato con sé il visitatore? Perché Alice cade in uno stato di debolezza fisica e mentale che non può nemmeno alleviare la presenza della sua piccola Lillian? Come avrà in tutto questo l'apparizione, qualche anno dopo, di Paul, un giovane che entra al servizio di Lady Trevlyn e di sua figlia adolescente? E cosa aprirà la misteriosa chiave che dà il titolo a questo delizioso romanzo breve?

Pieno di suspense fino all'ultima pagina, La chiave misteriosa e ciò che ha aperto è, come affermato nell'introduzione di Micaela Vázquez Lachaga, traduttrice dell'opera, una “combinazione di ingredienti che piacerà senza dubbio a qualsiasi lettore a cui piacciono i gialli del XIX secolo e le storie d'amore, così come chiunque apprezzi l'opera letteraria di Louisa May Alcott e voglia conoscere il suo lato più gotico e intrigante.

Agnes Gray

Agnes Gray

Autrice: Anne Brontë
Tradotto da: Menchu ​​Gutiérrez
Editore: Alba

Che bello sarebbe diventare una governante! Esci nel mondo... guadagnami da vivere... Insegna ai giovani a maturare!" Questo è il sogno di la figlia di un modesto vicario, ideale di indipendenza economica e personale, e dedizione a un compito nobile come l'istruzione. Una volta realizzati, però, i personaggi di questo sogno si rivelano più come mostri da incubo: bambini brutali, ragazze intriganti e rozze, padri grotteschi, madri meschine e indulgenti... e in mezzo a tutto questo il giovane sognatore, trattato poco meno che come una cameriera.

Agnes Gray (1847), il primo romanzo di Anne Brontë, è una sterile rivelazione basata su esperienze autobiografiche del condizione precaria, materiale e morale, di una governante vittoriana; e costituisce allo stesso tempo una storia intima, quasi segreta, di amore e umiliazione, in cui il "sé più severo" e il "sé più vulnerabile" sostengono una drammatica battaglia sotto quella che la stessa eroina definisce la "tinta oscura del mondo inferiore, il mio mondo”.

Heatherley

Heatherley

Autrice: Flora Thompson
Tradotto da: Pablo González-Nuevo
Editore: Tin Sheet

“In un caldo pomeriggio di settembre della fine del diciannovesimo secolo, una ragazza stava attraversando il confine dell'Hampshire diretta a Heatherley. Indossava un vestito di lana marrone e un berretto di pelliccia di castoro ornato da due piccole piume di struzzo. Le ultime novità in fatto di abbigliamento country. »

Quella ragazza è Flora Thompson, Laura nella fiction, e la città in cui andrà, Grayshott, dove Flora si stabilì nel 1898 come responsabile dell'ufficio postale. Il sinistro Hertford, i suoi datori di lavoro, l'aspettano lì; clienti illustri come Arthur Conan Doyle o Georges Bernard Shaw, utenti abituali del telegrafo locale; o la boutique civettuola di Madame Lillywhite ("Hat Shop, Tailor Shop e Book Lending"), dove Laura può occasionalmente permettersi nuove letture.

Nell'era dell'umile bicicletta, delle prime fotografie Kodak e delle scandalose suffragette, Heatherley è un nuovo capitolo nella vita della serena e indipendente Laura, una topolina di campagna - come la chiamano fin de siècle i suoi amici moderni - il cui habitat naturale erano sempre le foreste e la natura selvaggia che incontravamo per la prima volta nella sua meravigliosa Trilogia di Candleford.

le sule

le sule

Autrice: Anne Hébert
Tradotto da: Luisa Lucuix Venegas
Editore: Impedimenta

Le sule traduce il mondo crudele e incestuoso di una piccola comunità di lingua inglese, schiacciato da un'ondata cattolica francofona. Premio Femina 1982, questo romanzo rappresenta il ricongiungimento con un disastro fatale segnato da criminalità e barbarie. Un invito al complesso e poetico universo di Hébert.

Il 31 agosto 1936, due adolescenti, Olivia e Nora Atkins, scompaiono a Griffin Creek, una cittadina canadese dove l'oscurità sembra essere costante. Invidiati per la loro bellezza, le loro tracce si perdono su una spiaggia selvaggia. L'immagine delle ragazze si fonde con il paesaggio marittimo, e il vento semina un clima avverso, perfetto per l'elucubrazione, in cui battono le tracce del proibito e del sinistro. Si esclude presto che la sua assenza sia frutto del caso: la sfortuna aleggia da tempo. Attraverso le voci dei personaggi, oltre ad alcune lettere, assistiamo a un processo inarrestabile in cui la catastrofe sconvolge radicalmente la comunità, congelata nella tradizione e in un culto religioso esacerbato. Ed è che il destino della piccola città del Quebec sembra essere irrimediabilmente soggetto ai disegni di Dio.

Quale di queste novità letterarie ti piacerebbe di più leggere? Ti capita come me che li vuoi tutti? Ricordate che ogni mese alla Bezzia condividiamo con voi qualche notizia letteraria e che il mese scorso l'abbiamo dedicata opere che affrontano la solitudine. Se sei interessato all'argomento, dai un'occhiata!


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.