Notizie letterarie: biografie, autobiografie e ritratti di una vita

Notizie letterarie: biografie

Biografie, autobiografie e memorie ci portano in ritratti di famiglia non sempre perfetti, infermità e tormenti umani, usanze locali e tradizioni antiche di un paese ... Scopriamo così protagonisti molto diversi che pensavamo di conoscere e che non conosciamo.

Abbiamo viaggiato in cataloghi di diversi editori cercando novità letterarie che rientrino in questa categoria e ne abbiamo trovate molte di più di quelle che potevamo proporre. Non sono tutto quello che sono, ma se sono state rappresentate, o almeno così abbiamo provato, sensibilità e temi differenti.

Non l'ho ancora detto al mio giardino

  • Autore: Pia Pera
  • Editore: Errata Naturae

Un bellissimo giardino in Toscana: una passione, un apprendimento, un luogo di resistenza. Anche un sogno, che la scrittrice Pia Pera ha saputo esaudire grazie ad una fattoria abbandonata: ha sistemato la baita trasformandola in una casa piena di libri, quadri e mobili; però difficilmente interveniva nel frutteto che lo circondava, pieno di erbe selvatiche che vi viaggiavano grazie al vento e agli uccelli. Centinaia di varietà di fiori, alberi e verdure gli conferivano un aspetto da giungla ordinato da pochi sentieri.

Un giorno, lo scrittore lo scopre una malattia incurabile la porta via a poco a poco. Di fronte al degrado del suo corpo, gradualmente costretto all'immobilità di una pianta, il giardino, quel luogo dove germina la vita e dove avvengono le "risurrezioni", diventa il suo rifugio. Mentre lo contempli, crei un nuovo legame con la natura e offri una riflessione premurosa e commovente sul significato della vita. L'autrice ascolta e si ascolta, e racconta cosa succede durante le sue visite in ospedale, i pensieri che la assalgono di notte, i passaggi che la accompagnano e la consolano ... Costretta dalla sua malattia a una continua resistenza, non lo fa smettila di provare curiosità e tenerezza per tutto ciò che la circonda e che ha sempre abbellito la sua esistenza: non solo i fiori e gli uccelli che popolano il suo giardino, ma anche la compagnia dei suoi cani, dei suoi amici, dei libri, della gastronomia ... «Adesso è tutto bellezza pura e semplice », ci svela.

Notizie letterarie: biografie

Madre Irlanda

  • Autore: Edna O'Brien
  • Editore: Lumen

L'Irlanda è sempre stata una donna, un grembo materno, una grotta, una mucca, Rosaleen, una scrofa, una fidanzata, una puttana ...

La pluripremiata autrice di Country Girls intreccia la sua autobiografia - la sua infanzia nella contea di Clare, i suoi giorni alla scuola di suore, il suo primo bacio o il suo volo in Inghilterra - con l'essenza dell'Irlanda, terra di miti, poesie, superstizioni, antiche costumi, saggezza popolare ed estrema bellezza. Mother Ireland è, secondo The Guardian, “Edna O'Brien al suo meglio. Un suggestivo ed elegante racconto di un ambiente naturale e di chi lo abita, pieno di audacia e ingegnosità.

Mio padre e il suo museo

  • Autore: Marina Tsvietáieva
  • Editore: Cliff

Marina Cvetaeva scrisse questo racconto autobiografico durante l'esilio in Francia e lo pubblicò in russo, nel 1933, in varie riviste a Parigi; tre anni dopo, nel 1936, cercando di avvicinarsi ai lettori francesi, rielaborò in francese i suoi ricordi d'infanzia, una serie di cinque capitoli che chiamò Mio padre e il suo museo e che però non fu mai pubblicata in vita. In entrambe le versioni raccolte in questo volume l'autore offre un file evocazione emotiva e lirica della figura di suo padre, Ivan Tsvetaev, un professore universitario che ha dedicato la sua vita alla fondazione del Museo di Belle Arti di Mosca, l'attuale Museo Pushkin. Spesso laconico e frammentario ma di straordinaria forza poetica, questo testo meraviglioso, vibrante e commovente, ci avvicina all'intimità di un poeta inimitabile come pochi altri.

Notizie letterarie: biografie

Svetlana Geier, una vita tra le lingue

  • Autore: Taja Gut
  • Editore: Tres Hermanas

Se una vita merita la qualifica di "romantica" è quella della traduttrice Svetlana Geier. Nata a Kiev nel 1923, ha trascorso la sua infanzia tra alcuni degli intellettuali più eminenti del suo paese. Le purghe staliniste misero fine alla vita di suo padre e più tardi, durante l'occupazione tedesca, assistette alla barbarie nazista nella sua versione più sanguinosa. Grazie alla sua intelligenza e ad un'insolita spinta vitale, Geier sarebbe diventata, anni dopo, la più brillante traduttrice di letteratura russa in tedesco del XX secolo. Una nuova traduzione dei cinque grandi romanzi di Dostoevskij era il compito titanico con cui incoronava una vita di servizio alla traduzione e alla letteratura. Una splendida biografia che comprende diverse interviste che l'editore e traduttore Taja Gut ha realizzato con Svetlana Geier tra il 1986 e il 2007.

Yoga

  • Autore: Emmanuel Carrère
  • Editore: Anagrama

Lo yoga è la narrazione in prima persona e senza alcun occultamento del depressione profonda con tendenze suicide che ha portato l'autore a essere ricoverato in ospedale, diagnosticato un disturbo bipolare e trattato per quattro mesi. È anche un libro su una crisi relazionale, sul crollo emotivo e sulle sue conseguenze. E sul terrorismo islamista e sul dramma dei rifugiati. E sì, in un certo senso anche sullo yoga, che lo scrittore pratica da vent'anni.

Il lettore ha tra le mani un testo di Emmanuel Carrère su Emmanuel Carrère scritto alla maniera di Emmanuel Carrère. Ovvero, senza regole, saltare nel vuoto senza rete. Molto tempo fa l'autore ha deciso di lasciarsi alle spalle la finzione e il corsetto dei generi. E in questo lavoro folgorante e allo stesso tempo straziante, autobiografia, saggi e cronache giornalistiche si intersecano. Carrère parla di se stesso e fa un passo avanti nella sua esplorazione dei limiti del letterario.

Quale di queste biografie leggerai per prima? Hai già letto qualcosa? Mi è chiaro che inizierò con "non ho ancora detto al mio giardino", ma non so quale delle altre biografie seguirò.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.