Cos'è il pavimento pelvico e come rafforzarlo

Cos'è il pavimento pelvico

Si parla molto del pavimento pelvico quando si tratta di donne che sono madri, ma si dice poco di quanto sia importante rafforzare questa parte del corpo. Tutte le donne, senza eccezioni, dovrebbero lavorare sul pavimento pelvico anche se non sono incinte. Perché i muscoli in quest'area si indeboliscono nel tempo ed è la causa principale di problemi come la perdita di urina.

Il pavimento pelvico è l'insieme dei muscoli e dei legamenti trova nella parte inferiore della cavità addominale. Questi hanno una funzione molto importante, poiché sono responsabili del sostegno degli organi pelvici, come la vescica e l'uretra, la vagina, l'utero e il retto. Affinché questi organi funzionino correttamente, devono essere mantenuti nella posizione corretta e per questo sono i muscoli del pavimento pelvico.

Quando il pavimento pelvico è indebolito, cosa che accade per vari motivi, corre il rischio di soffrire, tra gli altri, di perdite di urina, disfunzioni sessuali, prolasso o mal di schiena. Quindi è molto importante prendersi cura, proteggere e rafforzare il pavimento pelvico affinché ciò non accada.

Come faccio a sapere se ho un pavimento pelvico indebolito?

Esercizi di Kegel

Se hai muscoli e legamenti pelvici indeboliti, puoi soffrire di vari sintomi come l'incontinenza urinaria. Qualcosa di molto caratteristico e facile da notare è che non puoi controllare le perdite di urinaAnche tossendo, saltando o ridendo, potresti avere una leggera perdita, che è un chiaro segno di un pavimento pelvico indebolito.

Altri sintomi con cui è possibile riconoscere i problemi del pavimento pelvico sono il dolore durante i rapporti sessuali, mal di schiena e persino prolasso, che è lo spostamento degli organi che i muscoli supportano, come l'ano. Questi sintomi sono i più gravi, quindi non dovresti lasciar passare il tempo e al minimo sintomo, consulta il tuo medico per valutare lo stato del tuo pavimento pelvico.

Come rafforzare il pavimento pelvico

Rafforza il pavimento pelvico

Per rafforzare il pavimento pelvico si possono utilizzare diversi tipi di terapie. La prima opzione se soffri di un problema grave è quella di avere una fisioterapia specializzata in questa materia. In caso contrario, potresti subire ulteriori danni cercando di risolvere il problema da solo. Nei casi più lievi e anche a scopo preventivo, ci sono alternative come la seguente.

  • Esercizi di Kegel: Questi tipi di esercizi sono progettati per lavorare i muscoli del pavimento pelvico, in modo che vengano rafforzati proprio come vengono lavorati altri tipi di muscoli del corpo. Per gli esercizi di Kegel è possibile utilizzare strumenti come palline cinesi o l'attrezzo ginnico Kegel. Con questi esercizi puoi tonificare i muscoli e migliorare la funzione del pavimento pelvico.
  • Lo Yoga: alcune posizioni yoga o asana sono perfette per lavorare il pavimento pelvico. Consulta uno specialista per trovare gli esercizi migliori per il tuo caso specifico. Da quando si lavora sul pavimento pelvico se non è danneggiato può essere controproducente.
  • Esercizio a basso impatto: chiunque non implichi un impatto con il corpo, che non includa salti o movimenti bruschi. I migliori sport per le donne in questo caso sono nuotare, andare in bicicletta, camminare o andare in ellittica.

È anche molto importante prendere in considerazione alcune misure preventive. Come mantenere un buon peso corporeo, praticare regolarmente esercizio fisico, avere buone abitudini igieniche, seguire una dieta ricca di fibre per avere un corretto transito intestinale, mantenere una buona postura soprattutto da seduti e svolgere attività a basso impatto.

Ci sono fattori di rischio che possono indebolire il pavimento pelvico, come il parto naturale, la gravidanza, l'obesità, la pratica di sport ad alto impatto, la stitichezza cronica, le malattie respiratorie o l'intervento chirurgico o il trattamento ginecologico. La prevenzione è lo strumento migliore contro un problema che può causare gravi disagi quotidiani. Consultare il proprio medico e trovare l'alternativa migliore per porre rimedio a questo problema prima che diventi più serio.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.