Come disinfettare un piercing all'ombelico

Come disinfettare un piercing all'ombelico

Sai come disinfettare un piercing all'ombelico? Perché è uno dei grandi dubbi che ci assalgono quando facciamo un buco nel corpo e più, in uno come l'ombelico, che si accumula abbastanza sporco anche se non lo vogliamo. Quindi, oggi ti libererai da tutti quei possibili dubbi.

Per poterlo sfoggiare, dobbiamo sempre seguire una serie di consigli. Tutti impediranno la diffusione del contagio e ci permetteranno di sfoggiare il nostro gioiello il prima possibile. Si Certamente, prova anche a seguire le indicazioni fornite dal professionista Che l'ho fatto a te perché ora iniziamo con il nostro

Cosa posso fare per disinfettare un piercing

Abbiamo già affermato che un piercing all'ombelico può essere un po' più difficile da mantenere senza infezioni. Più che altro perché è un'area dove lo sporco si accumula in un batter d'occhio. Quindi dobbiamo prestare molta attenzione e ripeteremo il processo un paio di volte al giorno.

  • Se hai intenzione di toccare la ferita, dobbiamo lavarci bene con acqua e sapone. Ma questo che non contiene profumi ma meglio optare per uno neutro.
  • Per l'area in questione, è necessario anche lavalo con un po' d'acqua e sapone neutro. Sebbene sia indicata anche la soluzione fisiologica. Dobbiamo spruzzarlo con esso, controllando che impregni bene il buco.
  • Quando si tratta di pulirlo, Puoi spostare il piercing ma con molta cura e solo per alzarlo o abbassarlo, quindi non c'è crosta in mezzo. I primi giorni dobbiamo assicurarcelo perché è quando ne abbiamo più bisogno.
  • Una volta pulita, dobbiamo asciugare l'area ma non useremo gli asciugamani o qualcosa di simile. Ma meglio una garza e dare piccoli tocchi morbidi, evitando di trascinare, perché può darci fastidio.

Come sapere se il piercing è infetto

Come curare un piercing all'ombelico

Oltre ai passaggi che abbiamo appena menzionato, c'è sempre qualcos'altro che dobbiamo ricordare perché è altrettanto importante. Quindi, se ti stai chiedendo come curare un piercing all'ombelico, allora dovresti sapere tutto quanto segue:

  • Dopo averlo lavato e pulito, è anche conveniente applicare un disinfettante, per prevenire le infezioni che possono insorgere. Ma non usare mai alcol sulla ferita.
  • Con un bastoncino dalle orecchie e inumidito in acqua tiepida, puoi ammorbidire le croste che a volte compaiono. Invece di tirarli e farci una ferita più grande, è sempre meglio seguire questo passaggio per rimuoverli più facilmente.
  • Non rimuovere il piercing. Devi spostarlo come ti abbiamo indicato, ma lascialo sempre in posizione a meno che il medico non ti consigli diversamente.
  • Stiamo parlando di una ferita che di solito richiede tempo per rimarginarsi. Quindi dovresti aspettare due o tre settimane prima di andare in piscina e se vai, è meglio coprirla il più possibile, tenendola il più lontano possibile dal cloro.
  • Non indossare indumenti molto stretti neanche in questa zona., che può sfregare contro il gioiello o addirittura impigliarsi. Perché i cretini non sono buoni durante il processo di guarigione.

Come curare un piercing all'ombelico

Come sapere se un piercing all'ombelico è infetto

È vero che non tutti avranno la stessa reazione. Ma sì, quando si parla di infezione in un piercing, è chiaro che ci sono una serie di sintomi che non dobbiamo trascurare.

  • L'ombelico sarà più rosso del solito. Anche se è vero che i primi giorni può essere e senza infezione.
  • Noterai più caldo nella zona e vedrai un po' di infiammazione.
  • Inoltre, quando lo tocchi ti farà male e il pus inizierà per fare un'apparizione.
  • In casi già molto estremi può dare un po' di febbre, ma di certo non è comune. Se è così, allora dovresti consultare il tuo medico.

In ogni momento devi avere un po' di pazienza, perché è una ferita e possono volerci diverse settimane o mesi per guarire completamente. Ora sai come disinfettare un piercing all'ombelico!


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.